Chiesa S. Rocco a Varenzo

Restauro Oratorio di Varenzo

(articolo apparso sul Bollettino Parrocchiale di Quinto, Natale 2017, di Don Michele Capurso)

 

Notizie storiche

L’origine dell’Oratorio di Varenzo è dato da un voto fatto dagli abitanti a San Rocco durante la peste del 1500, detta di San Carlo. Essa non colpì gli abitanti di Varenzo, perciò i Vicini per adempiere al voto fatto, verso il 1595 diedero inizio ai lavori di costruzione dell’Oratorio dedicato a San Rocco.

Nel 1623 i Terrieri di Varenzo avevano una chiesetta propria, piccola ma tutta per loro. Da allora hanno cercato di renderla sempre piu’ chiesa e di adeguarsi alle esigenze dei tempi.

Nel 1731 il Prevosto di Biasca, rev. Battista Beluisio, è autorizzato dal Cardinale Odescalchi di Milano di procedere alla benedizione del presbiterio e dell’altare di Varenzo. A partire dal 1737 l’Oratorio è stato ampliato e arricchito nella volta del presbiterio con degli stucchi e affreschi, così come noi oggi lo vediamo. Nel 1750 i Vicini acquistano la statua del loro protettore San Rocco e nel 1850 fu aggiunto il campanile ad opera dell’impresario signor Francesco Gherzoni di Stabio che impegnò la somma di 380 lire cantonali per costruire il campanile e rifare l’intonaco della chiesetta. A seguito delle disposizioni del Concilio Vaticano II, nel 1967 è stato messo in atto un restauro per conformarsi alle direttive del Concilio. Da allora sono trascorsi cinquant’anni e non si è più fatto nulla.

 

Situazione attuale

Ad oggi c’è necessità di intervenire con un restauro importante dell’Oratorio. A tale scopo si è formato un gruppo Pro restauro Oratorio San Rocco che si occupa di seguire la ristrutturazione. Grazie alla collaborazione di un architetto è stato allestito un preventivo che ammonta a fr. 313’849.25.  Lo stabile necessita di un intervento radicale per quanto riguarda l’umidità che ha intaccato tutte le pareti. Si dovrà quindi creare un drenaggio contro l’umidità attorno all’edificio, rifare il pavimento interno con la creazione di un vespaio e poi procedere con il restauro vero e proprio.

 

 

Per questo ci rivolgiamo alla vostra generosità per contribuire alla realizzazione di questo restauro. Grazie a tutti coloro che vorranno contribuire!

 

Per le vostre donazioni  

Oratorio S.Rocco Varenzo ⇒  IBAN: CH36 8035 0000 0073 2597 1

 

Un altro articolo scritto dal signor MAURO GIACOMETTI, sempre inerente la raccolta fondi per la chiesa di Varenzo, é apparso sul Giornale del Popolo dello scorso 27 novembre 2017:

Articolo GdP_Giacometti